Sindacato

Nasce Uil Giovani Catania

foto Uil Giovani
9 giu 2015 - 19:17

CATANIA - Nasce la Uil Giovani Catania, che sarà guidata da Vincenzo Ventura. Oggi la prima, affollata, riunione nel salone “Mico Geraci” in via Sangiuliano. E subito s’e’ parlato di questioni concrete, ospitando il dirigente dell’Ufficio del Lavoro, Paolo Trovato, per scendere nel dettaglio di un’opportunità chiamata “Garanzia Giovani“.

Trovato, dopo l’intervento iniziale del segretario generale della Uil di Catania Fortunato Parisi, ha tracciato un primo bilancio dell’esperienza di questo pacchetto di misure per l’occupazione: “Dopo il Piano Giovani, nessuno credeva in Garanzia Giovani. In due mesi, invece, sono raddoppiate le adesioni a Catania e provincia che sono adesso 22446. E confesso che gli Uffici del Lavoro sono in sofferenza, dovendo gestire tante pratiche. Resta, però, la soddisfazione di contribuire a un’inversione di tendenza nell’atteggiamento di tanti giovani che non accettano più in modo inerte la loro condizione di disoccupati. I tirocini – ha aggiunto – sono preferiti alla formazione. A Catania non sono ancora partiti corsi, mentre in poco più di un mese sono stati recentemente attivati 1578 tirocini in città e provincia. Con orgoglio, devo dire che sono in gran parte promossi dai Centri per l’impiego“.

Paolo Trovato ha sottolineato come “non siano stati ammessi tirocini per quei lavori che non garantiscono effettiva formazione professionale, né consentite sostituzioni di personale assente per ferie o malattie“. Quindi, ha segnalato “notizie, che giungono da altre province, di imprenditori spregiudicati che licenziano gli assunti per sostituirli con i tirocinanti o, ancor peggio, propongono al lavoratore la spartizione della retribuzione mensile!“.

Presenti i segretari confederali UIL Cesira Ieni, Salvo Bonaventura, Francesco De Martino, Nino Marino, Giancarlo Mattone e Francesco Prezzavento, nel suo intervento il segretario generale Fortunato Parisi s’e’ soffermato sul Jobs Act – “se dovesse creare ulteriore precarizzazione, sarebbe solo uno strumento di mortificazione per i giovani“, ha esclamato Parisi – e, poi, ha anticipato un “più serrato confronto con le imprese e le istituzioni per creare lavoro vero e sbloccare le opere incompiute, perché siamo stanchi di chiedere tavoli di confronto sulle vertenze mentre sollecitiamo risposte“.

Il segretario generale dell’organizzazione sindacale etnea ha salutato le tante ragazze e i tanti ragazzi che con Vincenzo Ventura daranno vita alla Uil Giovani che nei prossimi giorni formerà il proprio coordinamento provinciale: “Accanto a voi si schiera tutta la Camera sindacaleha detto Fortunato Parisiinsieme con le organizzazioni di categoria e il sistema dei servizi Uil, dall’Ufficio Legale al Caf e al patronato Ital, dall’associazione dei consumatori Adoc all’Unione inquilini e affittuari Uniat“.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento