Incidente

Muore dopo venti giorni di agonia l’imprenditore agrigentino Gabriele Chiaramonti

www.sicilia24h.it
www.sicilia24h.it
21 set 2015 - 13:17

AGRIGENTO – Non ce l’ha fatta, dopo venti giorni di agonia, l’imprenditore agrigentino Gabriele Chiaramonti rimasto vittima di un incidente stradale autonomo il 30 agosto a Menfi. 

Secondo quanto riportato il trentaseienne, noto come organizzatore di eventi e gestore di alcuni locali, l’ultima domenica di agosto si trovava alla guida della sua Smart, ribaltatasi più volte, a Porto Palo in via Riviera. 

Quella sera insieme a lui viaggiava la fidanzata ventunenne, gravemente ferita ma non in pericolo di vita, che adesso si trova ricoverata all’ospedale Civico di Palermo. 

Subito dopo l’incidente le condizioni di Gabriele Chiaramonti sono apparse immediatamente disperate tanto da rendersi necessario il trasferimento dal pronto soccorso di Sciacca all’ospedale Villa Sofia di Palermo. 

Durante la sua degenza nel reparto Trauma Center dell’ospedale Villa Sofia l’imprenditore, che si trovava in coma farmacologico, è stato sottoposto a diversi interventi chirurgici nel tentativo di ridurre il grosso ematoma che si era creato a causa dell’impatto. 

Attualmente sono ancora in corso le indagini, da parte dei carabinieri e della procura di Sciacca, per definire la dinamica dell’incidente, ma dai primi rilievi effettuati sul posto sembrerebbe che Chiaramonti abbia perso il controllo del suo veicolo. 

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento