Indagini

Muore dopo essere stato dimesso due volte dal pronto soccorso: quattro indagati

ospedale_UmbertoI_03_0
26 nov 2016 - 11:14

SIRACUSA - Si era recato per ben due volte al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I, ma in entrambi i casi era stato rassicurato e rispedito a casa dopo le normali visite di controllo.

Domenica scorsa, però, il tragico epilogo: nonostante la chiamata al 118 e il tentativo disperato di salvargli la vita, Vincenzo Drago, 49 anni, è deceduto nella sua abitazione. 

I familiari dell’uomo chiedono giustizia e per questo motivo hanno sporto denuncia per chiedere che vengano accertare una volta per tutte le responsabilità dietro la morte del loro caro. 

La procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta sul caso. Al momento nel registro degli indagati risultano iscritte quattro persone: sarebbero i medici che avrebbero visitato l’uomo durante le due precedenti occasioni nelle quali si era recato d’urgenza al pronto soccorso.

Le cartelle cliniche di Drago sono già state sequestrate su disposizione del sostituto procuratore Salvatore Grillo.

Si attendono nei prossimi giorni i risultati dell’esame autoptico effettuato ieri sulla salma del 49enne su disposizione dei magistrati siracusani.

Aurora Circià



© RIPRODUZIONE RISERVATA