Abuso

Il “mostro” è l’amico di famiglia: violenta una 13enne, ma va ai domiciliari

abuso
10 mag 2017 - 12:09

CATANIA - È un 48enne di Acicastello l’uomo arrestato dai carabinieri della stazione di San Gregorio, dopo aver abusato sessualmente di una ragazzina minorenne figlia di una coppia di amici.

La vicenda è stata scoperta grazie alla madre della ragazza che, sin dallo scorso Natale, aveva iniziato a percepire un certo disagio psicologico nella figlia di appena 13 anni e a farsi raccontare cosa la turbasse.

La ragazzina ha confidato alla mamma di avere subito degli abusi sessuali da parte dell’amico di famiglia, che frequentava abitualmente la loro casa, dopo averla approcciata in più occasioni con carezze morbose, velate da una falsa dimostrazione di affetto.

Qualche giorno prima delle festività natalizie, con la banale scusa di vedere il cane della ragazzina, si è fatto accompagnare dalla stessa in garage dove ha iniziato a palparla inequivocabilmente nelle parti intime.

Appresa questa sconcertante notizia, la madre ha chiesto immediatamente aiuto al comandante della stazione di San Gregorio che, acquisita la denuncia, ha informato  la competente autorità giudiziaria.

Subito hanno avuto inizio le indagini che hanno ricevuto una svolta grazie alla testimonianza chiave di tre minorenni che hanno confermato di avere ricevuto delle confidenze dalla vittima dell’aggressione sessuale, complete di ogni particolare.

L’uomo è stato, dunque, arrestato con l’accusa di violenza sessuale su minore e, al momento, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA