Tragedia

Morto Giorgio, il bambino sbranato dai cani a Mascalucia e la mamma è in fin di vita

elisoccorso
16 ago 2016 - 16:31

MASCALUCIA – Si è trasformata in tragedia la vicenda accaduta alle 12,30 di oggi a Mascalucia, dove Giorgio, un bambino di 18 mesi, è stato attaccato e sbranato nel giardino di casa da due cani, probabilmente due dogo argentini. Il piccolo, infatti, nel primo pomeriggio è morto.

I cani, microchippati e di proprietà della madre, si sono scagliati sul bimbo apparentemente senza alcun motivo, procurandogli gravi lesioni al volto, al petto e alla schiena.

Inutili le urla della mamma e l’aiuto dei passanti accorsi numerosi per prestare soccorso e chiamare il 118 e il 112.

La donna ha cercato in ogni modo di farsi da scudo per il proprio bambino, ma la ferocia dei cani ha avuto la meglio.

Non c’è stato niente da fare per il piccolo, morto ancora prima di arrivare al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro e la madre, da subito in condizioni gravissime, adesso è in fin di vita.

I carabinieri sono da poco entrati nella villetta che potrebbe essere stata posta sotto sequestro. I cani, dopo essere stati anestetizzati, sono stati portati via.

Intanto il vicesindaco di Mascalucia, Fabio Cantarella, ha dichiarato: “È un giorno tragico oggi per il nostro paese, invito a pregare per il piccolo di poco più di un anno che non ce l’ha fatta e per la madre ferita nel tentativo di strapparlo ai loro cani inferociti. Non riesco ad accettare che un bambino possa morire così”.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Farfy Cuore

    Prego per il piccolo innocente Giorgio, cui è stato negato il diritto di vivere, a causa di una sfrenata, incontrollata, inadeguata e disgustosa moda cinofila, che ormai toglie spazio agli esseri umani, per fare largo alle bestie. Non c’è più desiderio di maternità ma di bestialità, infatti stiamo degradando verso un irrecuperabile senso di irriverente disumanità, e non c’è più rispetto della vita umana tanto quanto ce n’è per i cani. Mostruoso, davvero.