Lavoro

Morti bianche in aumento: pronto un nuovo piano di prevenzione

Incontro sicurezza lavoro gela 12 ottobre 2015
12 ott 2015 - 17:37

PALERMO - “È un’attività fondamentale e in cui dobbiamo dedicarci a fondo per migliorare la prevenzione sugli incidenti e le malattie sul lavoro”: sono le parole del dirigente generale del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico della Regione siciliana Ignazio Tozzo.

Al vaglio, infatti, c’è un nuovo piano regionale per migliorare le condizioni di lavoro. Le morti bianche e le malattie sul lavoro, infatti, sono cresciute del 20% in Sicilia e del 15% in tutta Italia. Ben 33 i decessi sul lavoro nei primi sei mesi di quest’anno. Un dato preoccupante se si considera che le ispezioni e le verifiche sono aumentate rispetto agli anni precedenti.

“Il precedente piano straordinario messo in campo dalla Regione siciliana ha permesso di incrementare i controlli fino a quasi 4 volte. A fronte di circa 900 ispezioni nei cantieri nel 2009 siamo passati a 3153 controlli analoghi nel 2013. Questo grazie all’impegno in termini di risorse umane e finanziarie da parte della Regione, nell’ambito del piano regionale straordinario 2010 – 2013″, dettagli che fa emergere chiaramente il presidente della Commissione regionale per la verifica dei soggetti formatori Antonio Leonardi. Un buon risultato, certamente, che deve avere continuità per il futuro.

Ma i controlli non bastano: numero di dipendenti, strutture e mezzi adeguati sono elementi imprescindibili nella sicurezza sul lavoro e ai quali bisogna prestare molta attenzione.

Intanto, le linee guida del nuovo piano di prevenzione risultano chiare e si muoveranno su cinque punti ben precisi: edilizia; agricoltura, scuola e formazione; agenti cancerogeni e stress da lavoro correlato.

 

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento