Inchiesta

Morta sul letto dopo visite in ospedale e all’ASP: indagati per omicidio colposo i medici di Giusy

giusy-ranucci
6 ott 2016 - 10:44

PALERMO - Il malore, due specialisti e la morte che si tinse di giallo: sono finiti sul registro degli indagati i due medici che visitarono due anni fa Giusy Ranucci, ragazza che vinse anche il concorso di bellezza Miss Fano.

Di giorno lavorava in un call center, di sera in un centro sportivo. Poi, a settembre del 2014, all’età di 22 anni, Giusy accusò dei fastidi e degli strani dolori al petto. Da qui le prime visite al pronto soccorso di Villa Sofia. Successivamente da un cardiologo dell’Azienda Sanitaria Provinciale, che la rimandò a distanza di tre mesi per un’ulteriore visita specialistica.

Tutto inutile, però. Le analisi, infatti, non furono mai state fatte: dopo appena un mese dagli ultimi controlli la ragazza morì sul suo letto.

Il fatto non è mai andato bene ai familiari, che hanno chiesto più volte dei chiarimenti e delle spiegazioni. Non riescono a spiegarsi, infatti, come fosse stato possibile, tenendo conto dei problemi riscontrati, fissare una visita specialistica a distanza di tre mesi.

E il loro insistere ha portato a qualcosa: oggi, infatti, il sostituto procuratore, Renza Cescon, ha iscritto i due medici nella lista degli indagati per omicidio colposo.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA