Separazione

Mondo dolciario siciliano a rischio: Fiasconaro pronto all’addio

Panettone
19 set 2016 - 11:36

PALERMO - La Sicilia rischia di perdere una tra le case dolciarie più importanti e famose dell’isola, la “Fiasconaro”, per problemi legati alla burocrazia. Il presidente dell’azienda, Nicola Fiasconaro, sembra, infatti, essere in procinto di trasferirla al Nord-Italia, in Piemonte.

L’azienda Fiasconaro, nata nel 1953 e con sede a Castelbuono (Palermo), lotta da anni per ottenere il permesso di espandersi nel settore dolciario e ottenere nuovi posti di lavoro. Il muro della regione Sicilia sembra, però, aver messo sul piede di partenza una dell’élite del mondo dei dolci. 

Per evitarne il trasferimento, il mondo dei social network si è presto attivato lanciando l’hashtag #Fiasconarononandare per convincere l’imprenditore a rivalutare la decisione presa che, stando a quanto egli stesso afferma, sembra essere irremovibile.

Nicola Fiasconaro, che per anni ha portato in alto il nome della Sicilia in tutto il mondo, ha dovuto assistere alla replica del sindaco di Castelbuono, Antonio Tumminello, il quale ha giudicato indecoroso e ingeneroso l’atteggiamento dell’imprenditore nei confronti dell’amministrazione locale.

 

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA