Aggressione

Molestie e minacce alle vicine perché i loro cani abbaiano: 45enne accusato di stalking

Cani
7 giu 2017 - 16:57

PALERMO - Non sopportava che i cani delle vicine abbaiassero in continuazione e ha iniziato così a molestarla: vittime due donne perseguitate da Alessandro Lo Bello, 45enne palermitano, che suonava in continuazione il loro citofono prendendo a calci e pugni la porta di casa e arrivando sino a minacciarle di morte

L’uomo è finito a processo per stalking ed è stato rinviato a giudizio dal gup del tribunale di Palermo, Nicola Aiello. 

Il 45enne è accusato non solo di molestie ma anche di tentato furto: l’uomo aveva pensato di risolvere il problema rapendo il cane di una delle vicine mentre si trovava legato fuori da un supermercato.

Il cane, fortunatamente, riuscì a “scappare” e a tornare dalla padrona. 

Il 29 settembre inizierà il processo di Lo Bello davanti alla quarta sezione del giudice monocratico. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA