Servizio idrico

“Miracolo” a Caltanissetta: torna l’acqua in periferia dopo trent’anni

acqua caltagirone potabile
11 ago 2016 - 10:28

CALTANISSETTA - “Miracolo”: è questa la parola del giorno in una zona periferica di Caltanissetta. 

Non è un termine a caso, perché a Gibil Gabib, contrada capofila di altre dieci contrade alla periferia sud del centro abitato, l’acqua finalmente scorrerà dai rubinetti. Traguardo ed evento storico, perché per avere quest’essenziale servizio i residenti hanno atteso e sperato per più di trent’anni.

Nella zona risiedono oltre ottocento famiglie e la rete idrica non è mai esistita, per tanto i residenti hanno dovuto ricorrere continuamente alle autobotti, con notevoli aggravi sui bilanci familiari.

La Catalaqua ha realizzato una condotta idrica che misura complessivamente dodici chilometri e che coprirà l’80% del territorio: ad essa si allacceranno 860 utenze, alcune delle quali dell’adiacente quartiere Stazzone e di contrada Calderaro, seppur in parte.

Il costo per installare tale condotta è stato pari ad un milione e mezzo di euro circa.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA