Mafia

Minacce di morte per i magistrati che indagano su Messina Denaro, alzati i livelli di protezione

matteo-messina-denaro
8 set 2016 - 08:53

PALERMO - La tensione è alta fra Palermo e Trapani. I comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza presieduti dai prefetti Antonella De Miro e Giuseppe Priolo si sono trovati a dover fronteggiare una situazione a dir poco delicata.

Il collaboratore di giustizia Giuseppe Tuzzolino ha dichiarato di essere stato avvicinato nella località segreta in cui vive da un misterioso personaggio, il quale lo avrebbe invitato a ritrattare le sue rivelazioni sul superlatitante Matteo Messina Denaro e la massoneria, affidandogli il compito di riferire pesanti minacce di morte alla procuratrice aggiunta di Palermo Teresa Principato e al procuratore di Trapani Marcello Viola.

La prima coordina le indagini per la cattura di Messina Denaro, il secondo è impegnato in una difficile inchiesta su mafia e massoneria, come emerso di recente nella sua audizione davanti alla commissione parlamentare antimafia.

Le parole di Tuzzolino hanno già scatenato una vera e propria bufera.

La prefettura di Palermo ha ribadito la massima attenzione attorno a Teresa Principato, che ha già una scorta consistente, e ha aumentato invece il dispositivo di protezione per Viola.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA