Denuncia

Militello patrimonio dell’UNESCO secondo il Comune ma sta “cadendo in pezzi”

Istituto comprensivo Pietro Carrera
Istituto comprensivo Pietro Carrera
14 apr 2015 - 12:29

MILITELLO – Il secondo comune patrimonio dell’UNESCO sta “cadendo in pezzi”.

L’Istituto comprensivo Pietro Carrera è ormai una struttura fatiscente: infiltrazioni d’acqua, impianto elettrico non a norma, auditorium inagibile, docenti e studenti hanno passato l’inverno al freddo, costretti a portare dei plaid da casa per riscaldarsi.

Nonostante il finanziamento di 70.000 euro finalizzato alla risoluzione delle problematiche e al restauro della struttura, l’unico cambiamento che l’istituto ha visto sono state le aule imbiancate: dove sono i finiti i fondi?

Il problema sta molto a cuore ai cittadini e il consiglio d’istituto ha indetto varie riunioni ed assemblee comunali, ciò nonostante l’Asp dovrebbe chiudere l’ultimo piano della struttura a breve, dato che ormai è inagibile.

Ma i problemi di Militello non finiscono qui: le associazioni sportive dilettantistiche rischiano di chiudere. La causa? Mancanza di strutture sportive: nello stadio comunale non funzionano gli impianti di irrigazione ed elettrico e l’erba ormai è altissima, il palazzetto dello sport “vanta” bagni inagibili, infiltrazioni d’acqua ed inoltre il parquet è ormai rovinato.

Altri due campetti sono completamente distrutti ed un altro, l’unico utilizzabile, ha il muretto che lo separa dalla strada troppo basso.

Per non parlare dei musei chiusi. Basti pensare che la chiesa di Santa Maria la Vetere è inaccessibile dato che manca un tratto di rete fognaria che potrebbe essere realizzato con l’irrisoria cifra di 7.000 euro.

Questa è una denuncia del presidente della consulta comunale Marco Scinardo, il quale rivolge un accorato appello agli onorevoli Burtone e Musumeci che essendo di Militello potranno comprendere il disagio che attanaglia la loro città natale.

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento