Volontariato

Militari americani a Librino per ripristino di Villa Fazio

Volontari
7 ago 2015 - 17:03

CATANIA - Una giornata all’insegna del valore del volontariato, dell’integrazione tra giovani appartenenti a realtà diverse e uniti dalla voglia di essere utili, è quella che si è svolta oggi venerdì 7 agosto, al Polo educativo Villa Fazio di Librino.

«Confronto e lavoro di gruppo sono prerogative essenziali su cui si è basata l’organizzazione di questa giornata e che ne hanno dettato l’ottima riuscita. Oggi si sancisce una collaborazione che ci auspichiamo possa continuare nel tempo» è quanto ha dichiarato Genny Mangiameli, referente del Polo educativo.

Il ripristino degli spazi esterni è solo l’effetto di un lavoro più importante, che è stato riuscire a far collaborare insieme enti diversi sia per lingua che per cultura. Il forte caldo non ha impedito la partecipazione di tanti ragazzi che frequentano la struttura, giovani della cooperativa Mosaico e della cooperativa Controvento, operatori dell’Oikos che hanno cortesemente fornito l’attrezzatura per la ripulitura con il patrocinio del Comune di Catania, militari americani appartenenti al Gruppo Volo aerei a pilotaggio remoto (Predator) della Air Force americana ed al “Public Works” (genio costruzioni navali) della Stazione Aereonavale della Marina militare USA di Sigonella (NASSIG) coordinati dal responsabile delle relazioni esterne della base americana Alberto Lunetta.

«Sebbene la costante attività di volontariato civico dei militari americani di Sigonella nelle comunità che ospitano la base dal 1959 ci abbia già portato ad operare a Librino diverse volte, il progetto di oggi è stato il primo a Villa Fazio. I militari americani sono stati contenti di conoscere questa preziosa realtà sociale e di donarle una giornata di volontariato a beneficio del quartiere. I militari a stelle e strisce si augurano di continuare il loro impegno in futuro a Librino e ci sono già diversi progetti in cantiere» ha spiegato Lunetta.

A questa squadra si sono uniti i volontari del gruppo Ghibli – Fcg Team Italia di Catania, dell’ANIOC provinciale di Catania, dell’associazione Combattenti e reduci di Catania, della Marina Militare Nazionale, che sta sostenendo la campagna “Segui una rotta sicura” progetto legalità e moralità, coordinati da Giuseppe Conte che afferma che «nell’ambito del progetto e della campagna amiamo mettere in azione quanto proposto nei circoli di studio proposti a scuola in maniera da testimoniare con l’azione cosa si è imparato».

Circa una trentina di ragazzi, tra i 16 e i 20 anni, armati di pala, rastrelli e mazza, hanno ripulito i campetti e la gradinata. Un lavoro che permetterà, non solo agli abitanti del quartiere di Librino ma all’intera città di Catania, di poter usufruire di spazi abbandonati.

Un’importante presenza istituzionale è stata quella dell’assessore Rosario D’Agata il quale ha dichiarato: «Ringrazio tutti i volontari presenti e quanti si muovo per far sì che Villa Fazio continui ad essere un simbolo di aggregazione, di cultura per l’intera città di Catania». Inoltre, l’assessore ha ribadito la sua vicinanza agli operatori del sociale e la sua disponibilità per rendere la struttura sempre più funzionale.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento