Immigrazione

Migranti approdati sulle coste siciliane: fermati i tre presunti scafisti dello sbarco di Pozzallo

sbarco 25.6.2017
26 giu 2017 - 10:45

POZZALLO - Il 25 giugno è approdata nel porto di Pozzallo la nave “Acquarius” con a bordo un totale di 267 migranti. Nel 2017 nell’hotspot di Pozzallo hanno già fatto ingresso 2.718 in occasione di 19 approdi; mentre, nel 2016 erano arrivati 18.488 migranti in occasione di 56 sbarchi.

La polizia in seguito a quest’ultimo sbarco ha raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico di: Chima Ibe 25enne della Nigeria, Mollah Kai Koubat 18enne del Bangladesh, Modouk Drammeh 20enne della Gambia

Secondo i testimoni sono loro che hanno condotto le imbarcazioni partite dalle coste libiche. I responsabili insieme ad altre persone che si trovavano in Libia cercavano di trarre ingiusto e ingente profitto, compiendo atti diretti a procurare l’ingresso clandestino nel territorio di cittadini extracomunitari.

Il delitto è aggravato da diversi fattori: dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale in Italia di più di 5 persone; perché è stato commesso da più di 3 persone in concorso tra loro; per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale delle persone esponendole a pericolo per la loro vita e incolumità e, inoltre, per aver sottoposto le persone a trattamento inumano e degradante.

I migranti provenienti dal centro Africa sono stati ospitati nell’hotspot di Pozzallo per essere visitati, identificati e trasferiti in altri centri.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA