Aggressione

Migliorano le condizioni di Yusupha, il gambiano ferito dal colpo di pistola

sparatoria Ballarò
6 apr 2016 - 10:21

PALERMO - Ha trascorso una notte tranquilla Yusupha Susso, il giovane di 21 anni del Gambia ferito da un colpo di pistola sabato pomeriggio a Palermo nel corso di un’aggressione in via Maqueda.

Il migrante è ricoverato in seconda rianimazione all’ospedale Civico. Le condizioni del giovane sono in miglioramento - spiega Giorgio Trizzino direttore sanitario del nosocomio - Il giovane è sveglio e l’emorragia è in fase di riassorbimento. La prognosi è ancora riservata”.

Una storia di sopraffazione e razzismo. Una storia che ha dell’assurdo a cui ha fatto da cornice il quartiere di Ballarò di Palermo. 

Yusupha Susso che viene disturbato, mentre cammina con due suoi amici, da alcuni ragazzi del quartiere. Lui che non scappa ma li affronta per affermare la propria dignità agli occhi del branco e la telefonata immediata al boss della zona per dargli una “lezione”. Quattro colpi di pistola ed è fatta.

Il ragazzo gambiano viene ferito alla testa e finisce in ospedale in coma farmacologico mentre il pluripregiudicato Emanuele Rubino, 28 anni, che ha sparato viene arrestato. 

L’uno colto, studioso e con la passione del canto, l’altro con il desiderio di affermarsi nel clan della zona.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA