Processo

Medico in servizio… ma solo sulla carta. La truffa ai danni dell’ospedale si chiude col patteggiamento

Ospedale dei Bambini
4 mar 2017 - 08:12

PALERMO - Si conclude con il patteggiamento la vicenda della dottoressa Maria Teresa Tagliavia, dirigente sanitario dell’ospedale Di Cristina di Palermo che, nel 2015, era finita nei guai per truffa e falsità materiale.

La donna risultava reperibile a lavoro, dunque regolarmente in servizio, ma in realtà trascorreva la maggior parte del suo tempo al di fuori dalla struttura sanitaria. 

Il medico - responsabile dell’area Igiene e servizi alberghieri della direzione sanitaria dell’ospedale dei Bambini – era reperibile (sulla carta) praticamente un giorno sì e uno no, con particolare propensione per sabati e domeniche e anche la firma del direttore sanitario che autenticava i fogli di presenza era falsa.

Adesso la dottoressa ha deciso di patteggiare e di pagare, dunque, oltre 3 mila euro all’azienda Arnas Civico.

L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Luca Battinieri, ha visto un’intensa attività di indagine da parte del Nas.

Intanto il gip, Alessia Geraci, ha accolto la richiesta del legale della dottoressa di sospendere la pena. Nel frattempo la dottoressa è andata in pensione.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA