Carabinieri

Maxi-rissa a Letojanni. Branco di bulli contro un quattordicenne

carabinieri
16 ago 2016 - 11:12

LETOJANNI “Non picchi si fimmina, si ti l’hai dari ti rignu macari a tia”. Con un tono minaccioso si è rivolto ad una soccorritrice del 118 di Letojanni, in provincia di Messina, uno dei dieci ragazzi di Librino protagonisti di una maxi rissa nella notte di Ferragosto.

Tutto è accaduto nella spiaggia del lungomare. Un classico esempio di bullismo giovanile: dieci contro uno. Un ragazzino di 14 anni di Acireale.

Dopo la mezzanotte, i dieci ragazzi hanno cominciato a stuzzicare e infastidire altri coetanei che erano arrivati a Letojanni per trascorrere la notte in spiaggia. Prima il solito sguardo di sfida, poi le minacce e si è scatenata la rissa. Calci e pugni sul volto del quattordicenne che è finito al pronto soccorso di Taormina piuttosto malconcio.

Sul posto, quella notte, sono arrivate le pattuglie dei carabinieri che hanno portato il branco di bulli in caserma. 

Solo nella nottata di Ferragosto sono state sei le risse registrate a Letojanni.

Giorgia Mosca



© RIPRODUZIONE RISERVATA