Evento

Marines USA di Sigonella al Campus di Pedara

2016-07-20-PHOTO-00001217
23 lug 2016 - 16:35

PEDARA - Sono stati 250 i ragazzi che hanno preso parte al campus estivo che si svolge allo stadio di Pedara, e che, ormai da 6 anni a questa parte, offre un servizio di Grest.

Sport, divertimento e conoscenza sono stati gli elementi alla base dell’incontro formativo di mercoledì scorso. Bambini e ragazzi, dai 6 ai 15 anni, a contatto con i Marines della base militare di Sigonella, sono stati impegnati in attività fisiche, ma sono anche stati istruiti su come nutrirsi in maniera sana.

Ad accompagnare la delegazione di giovani marinai USA il responsabile delle relazioni esterne della base militare Alberto Lunetta che ha spiegato: “Noi abbiamo un programma consolidato che prevede circa 150 progetti all’anno e ci muoviamo in tutta la Sicilia presso scuole e parrocchie. La nostra presenza è prevalente nella zona orientale dell’isola, adesso anche a Pedara”.

Vi sono stati anche momenti di incontro e di grande interesse che hanno mirato ad abbattere le barriere culturali e linguistiche.

Tale iniziativa rientra nel progetto di integrazione Community Relations, portato avanti dalla base americana, patrocinato per l’occasione dal Comune di Pedara e sposato dai coordinatori del Campus, tra questi il consigliere comunale Carmelo Pappalardo, dell’associazione Olimpia Pedara e Tommaso Pezzino.

Tali esponenti di spicco, insieme al sindaco Antonio Fallica e all’assessore alla pubblica Istruzione, Marina Consoli, hanno fatto entrare in contatto i marines con i ragazzini:

Questa giornata – commenta il primo cittadino – segna il primo passo verso un protocollo che intendiamo siglare per portare avanti iniziative analoghe. Siamo grati al corpo dei Marines di Sigonella per questa disponibilità e per questo interfacciamento col territorio. Pedara si inserisce in questo contesto ed insieme ai suoi volontari riusciremo a fare degli interventi importanti che daranno un segnale ben preciso dell’amicizia fra due popoli”.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA