Volontariato

Un mare da vivere… senza barriere a Messina

02 Colapesce - mareterapia 2015 (1)
18 ago 2015 - 18:06

MESSINA - Tutti i martedì appuntamento estivo con la solidarietà al lido della “Lega Navale” di Grotte Messina, che sta ospitando i ragazzi con disabilità mentale, che partecipano al progetto “Un mare da vivere….. senza barriere“; le attività iniziate nella terza decade di luglio si concluderanno a fine settembre.

Le attività estive svolte dagli utenti di importanti realtà cittadine, Camelot, Anfass e Anch’io Sindrome di Down, si stanno svolgendo come da programma e alla teoria svolta nelle aree attrezzate del lido, si affiancano le uscite in barca, grazie alla disponibilità del comandante Giovanni Fiannacca e al suo barcone “Colapesce 1°”.

Il tour in barca è sempre l’attività più affascinante, solcare le acque limpide dello Stretto, osservare le correnti, navigare accanto alle Feluche e fermarsi a pescare, attrae tantissimo i ragazzi, come sostiene Matteo Allone del Centro Camelot Asp 5 di Messina: “Sono dei momenti indimenticabili che stimolano le attività cognitive e migliorano la socializzazione dei disabili mentali“. Al rientro a riva tutti a fare il bagno, la raccolta del pescato e poi a farsi la doccia per ritornare nelle strutture sanitarie; nei loro occhi  è facile leggere la soddisfazione e la gioia per una giornata trascorsa in serenità e a contatto con la natura.

Da evidenziare la costante presenza della Guardia Costiera Volontaria in tutte le iniziative in mare, con il gommone GCV 01, e a terra con l’Associazione “Pegaso”, che mette a disposizione un’ambulanza: entrambe garantiscono quella sicurezza necessaria a svolgere in serenità tutte le attività.

Nei prossimi appuntamenti settimanali sono stati previsti altri momenti di svago ludici e culturali, come la visita al Forte S. Salvatore su invito del Comandante della Marina Militare c.v. Santo Giacomo Legrottaglie.

Sono trascorsi quasi 10 anni e “Un mare da vivere… senza barriere”, l’ambizioso Progetto promosso nel 2006 dall’Associazione “L’Aquilone”presieduta da Rosario Lo Faro, sta continuando a navigare seguendo la rotta della solidarietà e del vero volontariato. L’iniziativa, cresciuta negli anni, si avvale della fattiva partecipazione della “Lega Navale Italiana”, sezione di Messina, che, oltre a mettere a disposizione i locali della sede di Grotte, offre un apporto sostanziale, con l’ausilio di esperti nel settore della marineria.

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento