Tribunale

Manlio Messina, rinviata a marzo l’udienza decisiva

Manlio Messina
26 gen 2015 - 09:30

CATANIA – È stata rinviata al 23 marzo l’udienza durante la quale il consigliere comunale Manlio Messina conoscerà il suo destino giudiziario. In realtà doveva arrivare oggi il dispositivo della sentenza ma non è stato così. 

Il Gup non si è , dunque, ancora pronunciato sulla richiesta di rinvio a giudizio presentata dal pm Tiziana Laudani e ad attendere la notizia non è solo Messina, che ha sempre respinto le accuse, ma anche due dei suoi collaboratori: Daniele Agatino Belfiore e Giuseppe Anastasio Privitera.

L’accusa è pesante: truffa aggravata allo Stato per più di 30 mila euro utilizzando l’escamotage dei rimborsi.

Ma facciamo un passo indietro e ricostruiamo la vicenda.

Per la guardia di Finanza, il consigliere, avrebbe percepito indebitamente rimborsi dall’ente comunale per un ammontare superiore, appunto, a 30 mila euro attraverso la simulazione di un rapporto di lavoro all’interno della Pri.Bel.snc (società di confezionamento di prodotti alimentari in conserva), e di aver ricoperto fittiziamente, la carica di direttore aziendale, con la complicità di Daniele Agatino Belfiore e Giuseppe Anastasio Privitera, proprietari dell’azienda.

L’arco temporale contestato a Messina andrebbe dal novembre del 2010 a gennaio 2012 e il reato ascritto è quello di truffa aggravata allo Stato.

Il comune di Catania, infatti, aveva erogato nei confronti del consigliere delle somme a titolo di rimborso per le continue assenze dal lavoro giustificate dall’intensa attività politica che ne impediva l’esercizio.

A seguito di numerose indagini da parte del nucleo di polizia tributaria della guardia di Finanza – iniziate nel 2013 – è stata, però, eseguita la misura cautelare reale del sequestro di beni per 45 mila euro, poi rimodulata in 30 mila a seguito di ulteriori risultanze investigative che hanno fatto luce sull’effettivo tenore della truffa e che hanno riguardato l’immobile dell’azienda.

Messina ha sempre rigettato le accuse e sottolineato l’effettivo esercizio dell’attività lavorativa alla Pri.Bel. snc dicendosi sempre sereno e sicuro che l’attività processuale metterà in chiaro le cose.

Il 23 marzo la scelta del Gup…

Marco Bua – Giorgia Mosca

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento