Criminalità organizzata

Le mani della mafia nella bonifica di Pasquasia: arrestato gruppo di imprenditori

volante carabinieri
28 ott 2016 - 10:43

ENNA - Peculato e smaltimento di rifiuti tossici sono le accuse nei confronti di un gruppo di imprenditori che avrebbero cercato di aggiudicarsi illegalmente l’appalto per la bonifica del sito minerario di Pasquasia.

All’appalto, del valore di 8 milioni di euro, erano interessati imprenditori, professionisti e funzionari pubblici residenti in Sicilia e in Lombardia.

Oltre allo smaltimento di rifiuti tossici, peculato e diverse ipotesi di falso, alcuni membri sono sospettati anche di aver agevolato Cosa Nostra attraverso l’assunzione di dipendenti o richiedendo l’intervento di società gestite dalla criminalità organizzata.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA