Iniziativa

“#Giù le mani dai cantieri” e “#Basta lavoro nero”: flash mob a Palermo

#giù le mani dai cantieri #basta lavoro nero
5 mar 2015 - 12:32

PALERMO - “#Giù le mani dai cantieri” e “#Basta lavoro nero”, sono questi gli hashtag che sventolano oggi su uno striscione innalzato all’alba del mattino sul sottopassaggio di via Crispi  in occasione del flash mob che invita a liberare i cantieri e il paese da mafia, corruzione, lavoro nero e irregolare. 

Dopo le 21 lo striscione sarà spostato in viale delle Scienze davanti alla facoltà di Ingegneria dove gli studenti dell’Udu organizzano un banchetto per la raccolta delle firme sulla legge sugli appalti. 

Il flash mob è stato organizzato dalla Fillea in contemporanea in diverse città italiane e ogni regione ha personalizzato il suo striscione. 

 A Palermo il tema scelto per la giornata di mobilitazione è stato quello della denuncia del lavoro nero e della mafia negli appalti. Un tema che è spesso al centro delle iniziative sindacali.

Proprio due giorni fa la Cgil ha denunciato in questura una nuova intimidazione nei confronti di un dirigente della Fillea Cgil di Palermo, Giuseppe Guarcello, da sempre impegnato nella denuncia delle condizioni di lavoro irregolari che si riscontrano nei cantieri edili della zona di Termini-Cefalù-Madonie.

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento