Protesta

L’urlo dell’associazione #AdessoBasta: “A 19, bruciati milioni di euro”

adesso basta
9 giu 2015 - 19:04

PALERMO -  Dopo le dichiarazioni del ministro alle infrastrutture Graziano Delrio (“Trovo sorprendente che nessuno abbia fatto notare che presto o tardi la frana sarebbe arrivata al viadotto Himera”) raccolte dalla trasmissione “Report”, arriva l’immediata presa di posizione dell’associazione #AdessoBasta, comunità nata su Facebook all’indomani del crollo sulla A19 Palermo-Catania, che ha presentato un esposto ai pubblici ministeri. 

L’amarezza dei cittadini è arrivata a livelli altissimi e cresce nel vedere l’ingente quantità di risorse pubbliche perse per evitare disastri. Vogliamo chiarezza”, dice Maria Sole Vizzini (una delle responsabili di #AdessoBasta – ndr ) a “Repubblica”. La rabbia aumenta considerando le ingenti risorse economiche sperperate non tenendo conto delle condizioni precarie delle infrastrutture siciliane.  

Nel dettaglio sono stati sprecati: un miliardo e mezzo del Programma operativo del fondo europeo per lo sviluppo regionale destinati alla sicurezza delle infrastrutture. E poi 20 milioni per un database per il monitoraggio del territorio, sviluppato da Sicilia E—Servizi. Tre milioni, previsti dal Piano di azione e coesione, destinati a un tavolo tecnico per studi e indagini sulle alluvioni. Ed ancora 730 mila euro per un progetto dell’Osservatorio delle acque, organo che ha il compito di monitorare il territorio con 255 stazioni.

Questo è un aspetto fondamentale. Perché se il Piano per l’assetto idrogeologico non è scritto correttamente e non segnala le criticità in maniera adeguata, l’Osservatorio dovrebbe tenere aggiornata costantemente la Protezione civile sui pericoli. Non lo ha fatto, evidentemente. Questa è la dimostrazione che è un piano non adeguato che impedisce investimenti mirati”, dicono gli attivisti dell’associazione.

Che fine hanno fatto questi soldi? Il capo della Protezione civile siciliana Calogero Foti, il presidente Rosario Crocetta, l’assessore al Territorio, Maurizio Croce devono chiariredice Monica Modica, anche lei della community. Insomma, il concetto espresso da #AdessoBasta sembra essere molto chiaro: qualcuno deve pagare.

Commenti

commenti

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento