Economia

L’Ugl sostiene i giovani e le nuove imprese

Giovanni-Condorelli
30 set 2015 - 12:54

PALERMO - C’è chi è sempre più convinto che i fondi europei vengano gestiti in modo poco corretto e che per riavviare l’economia dell’Italia occorra partire dai giovani, sostenendoli con aiuto concreto, portando avanti le loro idee imprenditoriali e prendendosene cura.

Giovanni Condorelli, segretario confederale dell’Ugl, afferma: “Sosteniamo da almeno cinque anni che per risollevare l’economia e far scendere l’elevato tasso di disoccupazione occorre creare nuove imprese, esplorare nuovi ambiti, mercati e servizi e formare la nuova classe imprenditoriale con la sola etichetta della Responsabilità sociale d’impresa”.

L’Ugl si occupa già da tempo del malessere delle nuove imprese e dei giovani che stentano ad affermarsi in ambito imprenditoriale, cercando di trovare soluzioni pratiche e dirette, ma è sempre più difficile per i neo imprenditori trovare le risorse adatte per portare avanti le proprie iniziative e presentarle alle persone giuste.

Il 2 ottobre 2015 si terrà un convegno ”SudAct“, iniziativa proposta proprio dall’Ugl per il rilancio del Mezzogiorno, avente per tema “Fondi Europei, lo sviluppo negato”, che si terrà nella sala Terrasi della camera di commercio di Palermo, e avrà come argomento principale lo sviluppo e le opportunità delle imprese già affermate e delle start up nel panorama economico di oggi.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento