Incontro

Licenziamenti Oikos S.p.A.: vertice stamattina all’ufficio provinciale del Lavoro

Riunione Oikos 1
30 mag 2017 - 13:51

CATANIA – Sono in cassa integrazione da dicembre e adesso rischiano di trovarsi senza lavoro. Si tratta dei dipendenti della Oikos S.p.A, che questa mattina hanno protestato per il loro imprescindibile diritto al lavoro.

Parliamo della riunione sindacale che si è svolta oggi alle 10 all’Ufficio provinciale del lavoro della Regione Siciliana in via Nicola Coviello a Catania.

Proprio oggi si è discusso riguardo al decreto congiunto in merito ai licenziamenti dei dipendenti nella società Oikos S.p.A., attiva nel settore della gestione dei rifiuti e di tutti gli impianti di pre trattamento.

Motivo dei licenziamenti, la chiusura della discarica di Motta S. Anastasia di proprietà dell’azienda catanese, che pone di fronte ad un bivio: chiudere l’azienda, mandando in cassa integrazione operatori ecologici, autisti e raccoglitori di immondizia, o chiudere la discarica e, nella migliore delle ipotesi, trasferirla altrove. Presente il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo, che si è dichiarato a favore della seconda ipotesi, e i rappresentanti di tutte le sigle sindacali, Cgil, Cisl, Uil e Usb.

Riunione Oikos 2  Riunione Oikos 3

Atmosfera tesa durante l’incontro, a cominciare dallo stato d’animo dei dipendenti. Giuseppe Cusimano, autista: “I nostri datori di lavoro ci hanno lasciato per strada perché aspettano il presidente Crocetta che non da ancora risposte. I sindaci dei tre comuni interessati dovrebbero smistarci in vari reparti in modo che nessuno di noi perda il posto. Siamo qui per avere notizie buone.” 

Gli fa eco Fabrizio Marletta, anche lui autista: “Siamo stati messi in ferie da dicembre e adesso rischiamo di fare la stessa fine di molti nostri colleghi che sono padri di famiglia che hanno mutui da pagare. Siamo qui per chiedere di essere spostati in un’altra sede, data la chiusura ormai certa della discarica, perché i nostri figli vengono prima di tutto e non possiamo ridurci affatto così.”

Di seguito riportiamo l’intervista al Segretario Provinciale Funzione pubblica Cgil igiene Ambientale Alfio Leonardi

Commenti

commenti

Giuliano Spina



© RIPRODUZIONE RISERVATA