Delinquenza

Kalashnikov, munizioni e droga, scoperto covo criminale a Librino

armi
15 set 2016 - 09:28

CATANIA – La Polizia di Stato ha arrestato Lorenzo Giustino, pregiudicato 40enne, ritenuto responsabile del reato di detenzione illegale di armi da guerra clandestine, munizionamento e ricettazione delle medesime nonché detenzione ai fini di spaccio di cocaina e marijuana.

Lorenzo Giustino, 40 anni

Lorenzo Giustino, 40 anni

 

Ieri notte gli agenti della Squadra Mobile hanno perquisito l’abitazione del pregiudicato, in viale Biagio Pecorino nel quartiere di Librino e sequestrato due involucri contenenti marijuana per un peso complessivo di 25 gr.

La perquisizione è stata estesa all’interno di un locale condominiale in uso esclusivo a Giustino ove sono state rinvenute e sequestrate: 

  • 1 pistola cal. 9 con caricatore rifornito;
  • 1 revolver cal. 38 special rifornito;
  • 15 munizioni cal. 9;
  • 66 involucri contenenti cocaina per un peso complessivo di 750 gr. circa;
  • 1 bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

All’interno di una cantina sono stati, poi, rinvenuti e sequestrati, a carico di ignoti:

  • 4 fucili mitragliatori cal. 7,62 completi di caricatori con 106 cartucce;
  • 2 pistole mitragliatrici;
  • 3 fucili automatici cal. 12;
  • 2 revolver;
  • 2 pistole cal. 9×21 con caricatori riforniti con 55 cartucce;
  • 1 pistola cal. 22 con caricatore rifornito con 10 cartucce;
  • 1 pistola cal. 9 con caricatore rifornito con 8 cartucce;
  • 1000 munizioni di vario calibro;
  • 3 giubbotti antiproiettile;
  • 5 involucri contenenti cocaina per un peso complessivo di 5 Kg.

Espletate le formalità di rito, Lorenzo Giustino è stato rinchiuso nel carcere di Catania di piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA