Finanziamento

Lentini, in arrivo 800.000 euro per restauro della Chiesa Madre

interno-chiesa-2
22 set 2016 - 16:42

LENTINI - Gli interventi di restauro della chiesa madre saranno finalmente completati. Col recupero di pavimentazione, cappelle, abside, transetti e locali parrocchiali. La giunta regionale siciliana ha difatti approvato, in forma definitiva, il Piano per lo sviluppo. E impegnato le somme per il finanziamento dei progetti presentati attraverso il bando pubblico dell’assessorato Infrastrutture e mobilità, approvato con decreto del dirigente generale n. 793 del 16 aprile 2015. Un piano che include il finanziamento per l’ex Cattedrale.

Si tratta ha detto Enzo Pupillo, componente dell’ufficio di diretta collaborazione dell’assessorato regionale del Turismo, Sport e Spettacolodi una notizia importante per la città di Lentini perché grazie al Piano, il progetto di completamento degli interventi di restauro della chiesa madre è stato finanziato per un importo di 799.647 euro. Un apprezzamento va quindi alla parrocchia che ha saputo cogliere questa opportunità e ai progettisti che hanno compiuto un lavoro egregio”.

Il bando pubblico, predisposto dall’assessorato regionale, era finalizzato al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei comuni della regione e l’ex Cattedrale, guidata da padre Maurizio Pizzo, ha partecipato per cercare di completare il restauro della chiesa riaperta al culto nel mese di dicembre del 2014 ma rimasta incompleta. La linea d’intervento riguardava infatti il recupero di chiese, nonché di immobili di enti di culto o formazione religiosa o di assistenza e beneficienza, già destinati o da destinarsi a residenze per l’assistenza di extracomunitari, anziani, disabili e altre categorie assistite, col fine di provvedere ai bisogni delle fasce più deboli della popolazione e favorire l’integrazione sociale.

interno-chiesa

 

Il precedente finanziamento di un milione di euro aveva consentito il rifacimento di stucchi e volte mentre la parte sottostante era rimasta incompleta.

Gisella Grimaldi

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA