Rettifica

L’avvocato Rosa smentisce di avere assunto l’incarico per Maria Grazia

Da sinistra: l'avvocato Rosa e Maria Grazia Difede
Da sinistra: l'avvocato Rosa e Maria Grazia Difede
24 giu 2016 - 10:21

PACHINO - Martedì scorso la tragica notizia: Maria Grazia Difede, la 32enne ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore di Modica, è deceduta.

Sono stati 4 lunghi giorni di agonia e di preghiere, prima della morte della donna. Stretti attorno alla famiglia di Maria Grazia anche parenti, amici e conoscenti. Fra questi, l’avvocato Veronica Giovanna Rosa che è stata fra le più attive nel cercare di dare conforto ai parenti della defunta.

Proprio per questa sua presenza e vicinanza, l’avvocato Rosa era stata accostata alla famiglia anche dal punto di vista professionale. Si era, infatti, diffusa la notizia che a lei era stato affidato l’incarico di agire legalmente alla ricerca di eventuali responsabili per la morte di Maria Grazia.

Oggi, con un suo diretto intervento, l’avvocato Rosa chiede che la notizia venga smentita. “Non ho mai assunto alcun incarico ufficiale né la famiglia mi ha mai interpellata in tal senso - dichiara l’avvocato Rosa a Newsicilia.it -. Tra l’altro, non avrei mai potuto accettare un tale incarico in quanto mi sento emotivamente coinvolta in questa tragedia. Sono stata io - continua l’avvocato Rosa - ad adoperarmi alla ricerca del parroco che potesse stare vicino ai familiari e, soprattutto, che potesse essere presente nelle ultime ore di vita di Maria Grazia. Ho pianto per questa tragedia e mi sento coinvolta quanto i familiari più stretti”.

Ricordiamo che Maria Grazia lascia il marito e una bimba di sei anni. E, ovviamente, un vuoto incolmabile in tutti i parenti ed amici che la conoscevano e che, adesso, sono alla ricerca di una verità.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA