Disagi

Lavori in due padiglioni, attività “spostate” all’ospedale Cannizzaro

edificioQ
31 lug 2015 - 18:05

CATANIA - L’ospedale Cannizzaro intensifica l’opera di ammodernamento delle strutture con una serie di interventi di riqualificazione e manutenzione, che comporteranno il momentaneo trasferimento di alcuni reparti e ambulatori. In particolare, nei prossimi mesi saranno avviati i lavori per la prevenzione del rischio sismico dell’edificio Q, finanziati con quasi 1,2 milioni di euro dal Dipartimento regionale di Protezione Civile. In vista degli interventi, nel corso del mese di agosto saranno trasferite le attività attualmente svolte nel padiglione Q. In dettaglio: Diabetologia e Malattie endocrine, Piede diabetico, Scienze dell’alimentazione e Dietetica si sposteranno al secondo piano dell’Unità Spinale (edificio S); le attività di Chirurgia cervico-facciale ad indirizzo oncologico (ex fonochirurgia) saranno svolte all’interno del reparto di Otorinolaringoiatria (F3, piano 7), mentre gli ambulatori di Oculistica si affiancheranno agli altri ambulatori al piano terra di F3; i laboratori di Anatomia Patologica si sposteranno in un’ala dell’edificio L. Anche quest’ultimo padiglione sarà prossimamente oggetto di lavori di manutenzione straordinaria, per l’adeguamento delle degenze, con un finanziamento di 1,4 milioni della legge 488/98 (piano per la riqualificazione dell’assistenza sanitaria nei grandi centri urbani). Di conseguenza, il reparto di Medicina Generale troverà temporaneamente sede al 9° piano dell’F2.

Nel frattempo, partiranno anche i lavori di rifacimento della pavimentazione e tinteggiatura di alcune aree di transito a -1 e a piano terra dell’F2 (area accoglienza, accettazione, ticket, corridoi). È inoltre in corso di espletamento la procedura di gara per la sostituzione degli elevatori del monoblocco, mentre è in fase di realizzazione l’ammodernamento dell’impianto termico del presidio (quasi 1 milione di finanziamento per ciascuno).

«Abbiamo avviato interventi importanti e necessarispiega il direttore generale Angelo Pellicanòche consentiranno di rinnovare e adeguare alcune aree strategiche dell’ospedale. L’esecuzione dei lavori comporterà inevitabilmente lo spostamento temporaneo di alcune attività, messo a punto dalla Direzione con la collaborazione dell’Ufficio Tecnico. Direttori delle Unità Operative, medici e personale hanno dimostrato in tal senso massima disponibilità e collaborazione, pertanto i disagi per gli utenti saranno ridotti al minimo».

Gli interventi in cantiere e in generale la programmazione dell’Azienda sono stati al centro di un confronto voluto dalla Direzione con i responsabili delle strutture semplici e complesse, cui è seguito un incontro conviviale nel corso del quale il direttore generale ha salutato il dott. Domenico Di Landro (direttore di Nefrologia) e il dott. Giovanni Mannino (direttore facente funzione di Malattie Infettive), in quiescenza dal mese di agosto. Un doppio momento servito per discutere delle priorità da affrontare e per rafforzare il senso di collaborazione e di appartenenza all’Azienda Cannizzaro.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento