Guardia di finanza

Lavori al castello di Milazzo, truffa da 1,5 milioni di euro

Guardia-di-Finanza
25 feb 2016 - 10:36

MILAZZO - Una complessa indagine  che ha riguardato i lavori di conservazione e valorizzazione del castello e che portato alla denuncia di 5 persone implicate nella vicenda.

L’appalto per la realizzazione dell’opera era stato affidato a un’azienda romana che fa parte del Consorzio Stabile Aedars S.c.a.r.l. e che aveva cominciato i lavori nel 2009.

Il cantiere era stato finanziato con 11 milioni di euro, erogati nell’ambito del programma operativo regionale Fesr Sicilia 2007-2013 ma qualcosa pare aver insospettito gli uomini della guardia di Finanza di Milazzo.

La “compiacenza” di 3 imprese, due delle quali con sede a Roma e una con sede a Brolo, avrebbe permesso di contabilizzare operazioni inesistenti, per un ammontare di oltre 1,5 milioni di euro e una serie di costi, certificati dalle relative fatture, non inerenti l’appalto. Tutto a carico del Comune che avrebbe dovuto farsi carico delle spese.

Sugli indagati gravano le ipotesi di reato di truffa ai danni dello Stato, emissione di fatture per operazioni inesistenti e occultamento di scritture contabili.

Al termine delle operazioni, sono state informate le autorità competenti alla gestione del finanziamento per il recupero delle somme indebitamente percepite.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA