Commemorazione

Lampedusa: secondo anniversario del naufragio del 3 ottobre

Barcone immigrati
3 ott 2015 - 10:51

LAMPEDUSA - L’isola di Lampedusa ricorda, a due anni di distanza, il tragico 3 ottobre del 2013. Erano le 4 del mattino quando, un barcone proveniente dal porto libico di Misurata, affondò al largo delle coste di Lampedusa, davanti all’Isola dei Conigli.

Il barcone conteneva centinaia di migranti (soprattutto donne e bambini) molti dei quali giungevano dall’Eritrea. In quel terribile incidente persero la vita 368 persone, invece i presunti dispersi furono 20.

Lampedusa, per non dimenticare una delle più gravi stragi del mar Mediterraneo, celebra con alcuni dei 155 superstiti salvati quella notte, la seconda “Giornata della memoria e dell’accoglienza”

Per l’occasione sono state promesse diverse iniziative, iniziate già l’uno ottobre, da parte di alcune associazioni, quali Save the Children, Amnesty International, Medici Senza Frontiere e l’Ordine di Malta

Gli eventi importanti di questa giornata sono invece la cerimonia in mare della Guardia Costiera che si terrà a mezzogiorno e la veglia interreligiosa animata dalla Comunità di Sant’Egidio, la diocesi di Agrigento e le chiese riformate che partirà nel pomeriggio.

La “Giornata della memoria e dell’accoglienza” è un’occasione per commemorare non solo le vittime di quel naufragio ma anche le migliaia di migranti che ogni giorno attraversano il mare per cercare la salvezza ma spesso in quel mare trovano la morte.

Commenti

commenti

Valentina Nicotra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento