Finanziamenti

Ircac per le cooperative siciliane: investiti più di 2 milioni di euro

Euro (2)
1 giu 2016 - 11:48

SICILIA - Il commissario straordinario dell‘Istituto regionale per il credito alla cooperazione, Antonio Carullo, ha deliberato ventuno finanziamenti per oltre 2 milioni e ottocentomila euro, fra crediti diretti e indiretti, in favore di altrettante cooperative siciliane.

Si tratta di diciotto crediti diretti, fra quelli a medio termine e quelli di esercizio anche per lo start-up di impresa, e di tre contributi interessi per mutui ottenuti dalle coop da istituti di credito convenzionati con l’Ircac.

I crediti diretti sono stati tutti concessi al tasso di interesse annuo dello 0,30%. In particolare, hanno ottenuto crediti a medio termine le cooperative ‘Campus Don Bosco’ di Tremestieri etneo che gestisce una scuola, ‘Comtour’ di Mazara del Vallo che gestisce un negozio di abbigliamento e ‘Mary Poppins’ di Belmonte Mezzagno che gestisce una scuola materna, mentre un credito a medio termine per la ricapitalizzazione societaria è stato deliberato in favore del ‘Centro studi Nuova tutela servizi’ di Mazara che fornisce consulenza contabile.

Inoltre, è stato deliberato un finanziamento previsto dall’articolo 52 della l.r.3/16 (quella in favore delle cooperative editoriali) per la coop ‘Vespri’ di Catania e un finanziamento per il consolidamento della situazione debitoria previsto dall’articolo 48 della l.r. 9/2015 per la ‘Cantina sociale Alto Belice’ di San Cipirello.

Ancora, sono stati approvati crediti di esercizio per la coop ‘Agricola Agrologica’ di Chiaramonte Gulfi che trasforma e commercializza prodotti biologici, ‘Sicily service’ di Mazara del Vallo e ‘Fratelli Bosco’ di Acireale, mentre crediti di esercizio per lo start- up di impresa sono andati alle coop ‘Caldo pane‘ che produce prodotti da forno, ‘Medi Beauty’ che gestisce un centro benessere, ‘Roalgi’ che gestisce una gioielleria di Palermo, ‘Prodeal’ di Marsala che progetta programmi informatici, ‘G.f.p trasporti’ che trasporta merci su strada e ‘Fiori di pesco’ di Mazara del Vallo che gestisce una comunità alloggio per minori; ‘Green life’ di Trapani che intende gestire un ecocentro per la raccolta differenziata, ‘Mirosa’ di Casteldaccia (Pa) che gestisce una comunita’ alloggio per minori e ’3 Elle service’ di Gela (Ct) che si occupa di cura e manutenzione del verde. Infine, contributi interessi sono stati concessi alle cooperative ‘Chiddida” di Palermo, ‘Cantina sociale Valle Belice’ di Poggioreale (Tp) e ‘Agricantus’ di Palermo che gestisce un teatro.

Dall’inizio dell’anno, l’Ircac ha così deliberato 66 finanziamenti per un ammontare di quasi 9 milioni si euro, cui vanno aggiunti quelli relativi all’art.48 della l.r.9/15 in favore di cinque fra cantine sociali e cooperative agricole. L’Istituto ha inoltre approvato la postergazione dell’incasso dei mutui concessi a dodici cooperative giovanili che ne hanno fatto richiesta, secondo quanto stabilito dalla legge regionale 27/2015.

Le cooperative interessate dal provvedimento sono l”Agricantus’ di Palermo, il ‘Calzaturificio caltavuterese’ di Caltavuturo, la ‘Cestar’ di Favara, la ‘Comunita” di Ribera, l”Istas’ di Campobello di Mazara, la ‘Modicana’ di Piana degli Albanesi, il ‘Molino San Vito’ di Ciminna , ‘la Panda e la Scuola viva Cisme’ di Mazara del Vallo, ‘Tempo libero’ di Marsala ed ‘Uniplast Sicilia’ di Aragona.

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA