Tragedia

Inginocchiato e sgozzato: i dettagli sul delitto di Riposto

Coltello in mano rapina
1 nov 2016 - 13:12

RIPOSTO – Emergono nuovi agghiaccianti dettagli sull’omicidio di Dario Chiappone, il 27enne ucciso ieri sera a Riposto. La donna, in stato di choc, avrebbe raccontato ai militari di essersi appartata in auto col compagno quando, all’improvviso, sono apparsi due malviventi col volto coperto e armati: uno con pistola ha minacciato la donna e l’altro, con un grosso coltello, ha puntato dritto contro l’uomo.

Alla richiesta da parte dei due rapinatori di consegnare i soldi, Chiappone avrebbe reagito, dando vita a una colluttazione con il rapinatore armato di coltello.

Violenta la dinamica del delitto: pare, infatti, che il giovane sia stato fatto inginocchiare e sia stato sgozzato dopo essere stato martoriato con 16 coltellate al torace.

Una dinamica che lascia aperte anche altre ipotesi, al momento al vaglio degli inquirenti: potrebbe, infatti, trattarsi di un regolamento di conti o di una vendetta personale, scaturita forse dal movente passionale. Un delitto, insomma, celato dietro a una rapina.

I carabinieri hanno comunque visionato tutti i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA