Scontro

Ospedale di Giarre: sindaco Bonaccorsi contesta Crocetta e abbandona il tavolo

Incontro sindaci-Crocetta ospedale Giarre
20 feb 2016 - 18:59

GIARRE - Tiene ancora banco la situazione riguardante l’ospedale San Giovanni di Dio e San Isidoro di Giarre, per il quale si attendono novità da parte del presidente della Regione Rosario Crocetta.

Ieri, infatti, il governatore ha incontrato i sindaci dei comuni interessati: Giarre, Riposto, Mascali, Piedimonte Etneo, Linguaglossa, Milo, Sant’Alfio e Fiumefreddo di Sicilia. Così, il primo cittadino di Giarre Roberto Bonaccorsi ha spiegato la problematica: “Non siamo più disposti ad aspettare per sapere come comportarci. I cittadini ci fanno ogni giorno le stesse domande e non si sentono sicuri sul fatto di poter trovare delle risposte in tempi brevi in caso di emergenza”.

Crocetta ha risposto dando la sua piena disponibilità a dialogare e a trovare una soluzione per quanto riguarda l’efficienza dell’ospedale, non senza le perplessità di Bonaccorsi però: “Anche in passato ci sono state dette le stesse cose. Ma siamo ancora qua. Abbiamo anche messo in risalto le problematiche relative alla chiusura del pronto soccorso, prima fra tutte il congestionamento del primo soccorso al nosocomio di Acireale”.

L’incontro di ieri, dunque, non sembra aver dato grandi risultati, soprattutto dopo che Bonaccorsi ha abbandonato la riunione dopo essere stato accusato da Crocetta di istigare i cittadini contro di lui.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA