Porto Augusta

Inchiesta Petrolio: proseguono gli interrogatori. Oggi tocca a Ivan Lo Bello

Ivan Lo Bello
25 mag 2016 - 09:11

ROMA - Proseguono le audizioni per far luce sul “filone siciliano” dell’inchiesta sul petrolio.

L’obiettivo delle “audizioni” è quello di chiarire alcuni aspetti legati ai ruoli della “cricca” coinvolta nella vicenda.

Ieri sera, dopo un’ora e mezza di interrogatorio, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio è stato congedato dai pm lucani impegnati nelle indagini dopo aver deposto come persona informata dei fatti.

Oggi sarà la volta del vicepresidente di Confindustria, Ivan Lo Bello, che – stando alle parole di Delrio – si sarebbe inventato tutto riguardo ai presunti decreti di nomina stracciati per confermare Alberto Cozzo quale commissario straordinario del Porto di Augusta e sulle presunte “pressioni” esercitate sul ministro.

Lo Bello, è accusato, infatti, di aver “sponsorizzato” al ministro la figura di Alberto Cozzo e di averne “indirizzato” la riconferma esercitando delle pressioni.

“Stimo Delrio ma non mi sono inventato nulla”, avrebbe replicato il vicepresidente di Confindustria.

Oggi Lo Bello – iscritto nel registro degli indagati per associazione a delinquere insieme all’imprenditore Gianluca Gemelli, a Nicola Colicchi e a Paolo Quinti – sarà chiamato a chiarire la propria posizione davanti ai magistrati.

 

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA