Tragedia

Imprenditore e moglie trovati uccisi a fucilate: omicidio-suicidio

volante carabinieri
10 apr 2015 - 08:20

AGRIGENTO – Omicidio-suicidio nella tarda serata di ieri ad Agrigento. 

Giorgio Luparello imprenditore di 57 anni non accettava la fine della loro storia d’amore che durava da 35 anni e al culmine di una lite ha imbracciato un fucile calibro 12 sparando contro la moglie, Patrizia Moscato di 48. Poi ha rivolto l’arma contro se stesso suicidandosi.

I due cadaveri sono stati trovati all’interno di una palazzina popolare in via Alessio Di Giovanni, nel quartiere di Fontanelle.

A dare l’allarme è stata una delle figlie della coppia, che si trovava in casa al momento del dramma e che è rimasta leggermente ferita al volto.

La ragazza è stata trasportata all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

Sul posto sono giunti i carabinieri e i poliziotti. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Brunella Sardoni.

I rapporti tra i coniugi erano ormai da qualche tempo tesi e lo stesso Luparello non ne faceva mistero postando diversi messaggi sull’argomento sul suo account Facebook.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento