Iniziativa

I lupetti degli scout incontrano il sindaco di S. Giovanni La Punta

1470
20 apr 2016 - 17:14

SAN GIOVANNI LA PUNTA - Il sindaco di San Giovanni La Punta, Antonino Bellia, in questi giorni ha incontrato in aula consiliare i lupetti facenti parte del gruppo scout Agesci Catania 13, in vista della loro partecipazione al raduno regionale “Sotto la stessa legge”. 

L’incontro, che avrà luogo a Palermo tra il 23 e il 25 aprile, permetterà ai piccoli lupetti del comune di San Giovanni La Punta di scoprire i luoghi e i personaggi simbolo della lotta alla mafia.

Proprio per questo motivo il sindaco Bellia, insieme all’amministrazione comunale e al presidente della VI sezione civile, Marisa Acagnino, ha deciso di incontrare i bambini degli scout e rispondere alle loro domande. Punto di maggiore attenzione durante i colloqui sono stati i racconti sugli anni novanta in cui il Comune puntese è stato commissariato per mafia.

“È giusto che i giovani conoscano la nostra storia, anche quella degli anni bui che hanno visto il Comune di San Giovanni La Punta sciolto per infiltrazioni mafiose per ben due volte - dichiara il sindaco Antonino Bellia - dalla storia e dalle esperienze si impara a non sbagliare e non cadere nella trappola della malavita, parlare ai ragazzi è sempre una bella esperienza di arricchimento reciproco. Devo ringraziare la consigliera Ada Bono che ha fatto da tramite nell’organizzare e rendere possibili questi incontri con i gruppi scout. Abbiamo spiegato i meccanismi con i quali le associazioni mafiose si infiltrano all’interno delle amministrazioni e di come che nel corso degli anni lo Stato ha sviluppato e messo in atto una serie di misure atte a sconfiggere il sistema malavitoso”.

Contemporaneamente i ragazzi delle scuole medie C.A Della Chiesa e G.Falcone stanno prendendo parte al progetto “Soccorritori per caso”, al fine si porre la loro attenzione sulle procedure della chiamata d’emergenza e del primo soccorso.

4dc2e267-676d-4812-bae0-c0dad81d676f

Il progetto è stato realizzato durante gli orari scolastici attraverso degli incontri con una parte teorica e una pratica, in cui i ragazzi si sono esercitati con scene simulate e prove sui manichini. 

In questo caso il sindaco Bellia ha dichiarato: “Un’occasione per spiegare ai più piccoli l’importanza della tempestività nei soccorsi per salvare vite umane, credo sia importante soprattutto alla loro età comprendere e memorizzare queste nozioni. Un corso interessante per il quale va un plauso al consigliere Pietro Gullotto, promotore di tale interessante iniziativa”.

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA