Guardia di finanza

I corrieri della droga ora viaggiano in autobus

Guardia di finanza
8 ott 2015 - 17:00

CATANIA50 grammi di eroina, già suddivise in 250 dosi pronte per il mercato illegale catanese. Dovevano fruttare oltre 8 mila euro queste dosi di “Brown Sugar” ai due tunisini arrestati dalla Guardia di Finanza di Catania nella mattina di ieri.

 I militari del Nucleo di Polizia Tributaria stavano effettuando controlli sui bagagli dei passeggeri di un pullman proveniente da Palermo, quando hanno notato due viaggiatori visibilmente nervosi.

foto arresti 07.10.2015

Alla richiesta di aprire il bagaglio per un controllo, uno dei due ha tentato una precipitosa, quanto inutile fuga, venendo raggiunto e bloccato dai finanzieri. Approfittando della confusione l’altro uomo ha tentato di liberarsi di un involucro, contente la droga, recuperata comunque dagli uomini delle fiamme gialle. Sottoposti ad un’accurata perquisizione sono state rinvenute ulteriori confezioni nascoste tra gli indumenti intimi.

Gli arrestati sono due tunisini trentaduenni, Mounir SAHLAOUI e Mohamed CHABBI, già noti alle forze dell’ordine per altri reati sempre legati al traffico di sostanze stupefacenti.

Probabilmente la scelta di viaggiare in autobus, per spostare la droga, è stata dettata dalla speranza di non incontrare posti di blocco, cercando di mantenere un basso profilo.

Le Fiamme Gialle stanno cercando di capire da dove arriva la droga e a chi è rivolto questo commercio. 

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento