Itinerari

Gustare i “Sapuri ‘ri na vota” con “Quelli che Granieri”

533257_10200343835630265_1652062381_n
21 giu 2015 - 06:00

L’esperienza di oggi ha un sapore particolare.

Provate a immaginare una realtà in cui tutto è esattamente come deve essere ma soprattutto “dove” deve essere.

Ogni cosa occupa il posto al quale è destinato e assolve alla sua piccolissima ma fondamentale funzione a beneficio suo e della collettività.

Una perfetta sinergia tra l’uomo e il territorio, un’armonia nella quale ogni elemento è una tessera di un bellissimo mosaico fatto di amore per la storia, per la tradizione, per la natura, per la memoria.

Se non riuscite a immaginare niente di simile, non avete ancora avuto l’occasione di conoscere Granieri e i suoi abitanti.

Granieri è una piccolissima frazione di Caltagirone, una piccola comunità, una grande, grandissima famiglia.

Quello che accade a Granieri è davvero magico e quando si parla di Granieri si parla soprattutto di “Unione” e di “Condivisione”.

Per conservare e valorizzare la memoria collettiva attraverso i sapori della piccola frazione di Caltagirone, l’associazione culturale “Quelli che Granieri”, si impegna attivamente con l’intento primario di mantenere viva e far crescere questa straordinaria sinergia di intenti.

L’associazione “Quelli che Granieri” coinvolge i suoi abitanti nella realizzazione di manifestazioni di ogni genere, dall’organizzazione di convegni e incontri alle fiere, escursioni, mostre, degustazioni.

Tutto è finalizzato alla promozione della comunità e del suo sviluppo sociale, in una cornice fatta di relazione e di collaborazione reciproca.

Granieri è anche territorio a forte vocazione agricola. La fertilità dei terreni e la laboriosa opera umana sono alla base dello sviluppo raggiunto in agricoltura con produzioni diversificate, tutte di alto livello, orientate principalmente verso la viticoltura con la produzione di pregiate uve da tavola che raggiungono i mercati di tutta Italia e d’Europa.

Tra le tante iniziative dell’associazione (consultabili qui) spicca “Sapuri ‘ri na vota”.

Recuperare il valore della tradizione, patrimonio della memoria collettiva siciliana e degli antichi sapori, sono gli obiettivi di “Sapuri ‘ri na vota”.

L’evento prevede il coinvolgimento di tutte le famiglie del borgo, alla riscoperta delle più autentiche ricette delle antiche pietanze locali, tutto all’insegna del dialogo intergenerazionale, con il quale si vuol trasmettere l’amore per ciò che è stato e che, si spera, non venga mai dimenticato.

Potrete gustare “Sapuri ‘ri na vota” il prossimo 28 agosto a Granieri.

Se, invece, siete in vena di una gita fuoriporta e volete avere un piccolo assaggio delle eccellenze del borgo, fate visita all’associazione a Expo Milano 2015, il prossimo 30 giugno.

Quelli che Granieri condivide la filosofia di “Gusto di campagna”, l’associazione culturale che vuol far “gustare”, il prodotto siciliano nella sua genuinità promuovendo la tradizione culturale del territorio.

Gusto di campagna è promozione, valorizzazione ma soprattutto relazione.

Abbracciare Gusto di campagna significa “abbracciare” il territorio, riscoprire il piacere del “vivere la campagna”, e riappropriarsi di tempo e spazio dal sapore tutto siciliano e, perché no, assaporare i “Sapuri ‘ri na vota”.

Anche Gusto di campagna, con il preciso scopo di far conoscere il prodotto Sicilia in tutto il mondo, sarà presente a Expo Milano 2015, il prossimo 4 luglio.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento