Allarme

“Grave situazione zootecnia iblea”: 28 i focolai di brucellosi

bovini
27 mar 2015 - 12:56

RAGUSA – Sono 28 i focolai di brucellosi già confermati in appena 30 chilometri in una zona della provincia di Ragusa. Più di 400 capi da abbattere e oltre 1.000 a rischio.

È l’allarme della Coldiretti di Ragusa che sottolinea quanto “sia grave la situazione della zootecnia iblea dove ogni giorno aumenta il rischio di chiusura delle aziende”.

Un vero e proprio disastro per il comparto che non intacca la salute pubblica ma che va combattuto con un piano che la Coldiretti presenterà alla stampa lunedì 30 marzo alle 10.30 nella sede di via Psaumida, 38″.

All’incontro, oltre al presidente regionale Coldiretti Alessandro Chiarelli, a quello provinciale, Gianfranco Cunsolo, al direttore, Pietro Greco, parteciperanno i deputati della provincia: Nello Di Pasquale, Orazio Ragusa, Pippo Di Giacomo, Giorgio Assenza, Vanessa Ferreri. Saranno presenti anche il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, il responsabile dell’Asp iblea, Giorgio Blandino e dell’Asp di Siracusa, Sebastiano Ficarra.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento