Processo

Giudizio immediato per ex sindaco, imprenditore e consigliere comunale di Acicatena

maesano
8 mar 2017 - 18:07

ACICATENA - Accolta da parte del G.U.P. di Catania Anna Maggiore la richiesta di giudizio immediato per l’ormai ex sindaco di Acicatena, Ascenzio Maesano, l’ex consigliere comunale Orazio Barbagallo e l’imprenditore Giovanni Cerami.

I tre furono arrestati dalla D.I.A. di Catania il 10 ottobre 2016, con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, per il pagamento di due tangenti, una da 4 mila e l’altra da 15 mila euro. L’imprenditore avrebbe consegnato la somma al consigliere comunale il quale a sua volta l’avrebbe equamente divisa con il sindaco.

Secondo l’accusa il sindaco e il consigliere comunale avrebbero affidato ad alcune società di proprietà di Cerami  il servizio di assistenza e manutenzione dei sistemi software e hardware del comune di Acicatena per oltre dieci anni tramite il rinnovo del contratto e frammentando l’appalto per una somma di oltre 400 mila euro.

La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 7 giugno. Oltre a quanto detto prima, viene contestata anche l’aggiudicazione da parte di una delle società di Cerami del progetto esecutivo Home Care.  

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA