Coraggio

È già un eroe sui social il poliziotto che ha ucciso il killer di Berlino: chi è Luca Scatà

luca-scata
23 dic 2016 - 12:45

CANICATTINI - Un atto di coraggio che vale una carriera. È quello che ha fatto Luca Scatà, l’agente 29 enne di Canicattini, in prova al commissariato di Sesto San Giovanni. 

Un atto di coraggio figlio del dovere che comporta indossare la divisa.

È stato Scatà, nato il 24 agosto del 1987, ad uccidere il terrorista Anis Amri, il tunisino che ha compiuto la strage nel mercatino di Natale di Berlino costato la vita a Fabrizia Di Lorenzo e altre 11 persone, ferendone 48, tra le quali anche una coppia di palermitani

Doveva essere un normale controllo quello di ieri sera in piazza I Maggio a Sesto San Giovanni, e invece Scatà e il collega di pattuglia, l’agente scelto Christian Movio, 36 anni, si sono imbattuti in uno degli uomini più ricercati d’Europa. 

Fermato dagli agenti, Amri non ha esitato ad estrarre la pistola calibro 22 e a far fuoco su Movio, ferendolo alla spalla. Nello scontro a fuoco che ne è seguito, ad avere la peggio è stato proprio il presunto killer di Berlino, ucciso proprio da Scatà.

Il ministro dell’Interno Marco Minniti si è già personalmente congratulato con l’agente siracusano, descrivendolo come “un ragazzo molto determinato, una persona straordinaria“.

E non è mancata la rapida risposta sui social che lo hanno già eletto “eroe”. Sono già numerose le pagine su Facebook nate per omaggiare il gesto eroico dell’agente siracusano come, ad esempio: “Luca Scatà EROE Mondiale Grazie”, “Luca Scatà is my hero” e “Date una medaglia a Luca Scatà”

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento