Inchiesta

“Gettonopoli” a Catania: Procura rinvia a giudizio i 34 consiglieri

comune-catania-4-11-14-e1419947793967-640x600
6 mar 2017 - 18:32

CATANIA - La Procura di Catania ha deciso di rinviare a giudizio i 34 consiglieri comunali, e i 17 segretari di sedute di commissioni, in merito all’inchiesta “Gettonopoli”.

I fatti imputati risultano essere avvenuti nel 2014 ed il provvedimento ipotizza i reati di truffa aggravata, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. Ciò segue al rigetto dell’archiviazione del fascicolo, certificata lo scorso 30 gennaio, da parte di Nunzio Sarpietro, presidente dell’ufficio dei Gip. 

Ricordiamo che, secondo l’accusa, gli indagati presiedevano nello stesso momento, ed in modo anomalo non conforme al vero, in diverse sedute che si sarebbero tenute in sedi distanti tra loro”. Il Gup Sarpietro aveva parlato già di “turbinio partecipativo dei consiglieri” che avevano l’obiettivo di intascare uno stipendio mensile pari a 1.500 euro netti, aggiungendo ovviamente i compensi che gli spettavano.

A segnalare il tutto erano stati gli attivisti del Movimento 5 Stelle, mentre i consiglieri si sono da subito mostrati furiosi contro un “processo fondato sul nulla”.

Il Gup che terrà l’udienza preliminare è Fabio Digiacomo Barbagallo.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA