Generosità

Catania, espiantati organi di un ragazzo di 24 anni deceduto in un incidente

intervento chirurgico
29 mag 2016 - 18:22

CATANIA - Un prelievo di organi è stato eseguito la scorsa notte all’ospedale Cannizzaro di Catania.

Il donatore è un catanese di 24 anni, Mario Cannavò, deceduto dopo cinque giorni di coma nel reparto di Anestesia e Rianimazione, dove era stato ricoverato a seguito della caduta da una impalcatura.

Il consenso al prelievo è stato espresso dai familiari.

Il ragazzo era giunto in ospedale in condizioni disperate, con traumi vari e soprattutto un gravissimo trauma cranico. Sopraggiunta la morte cerebrale, i parenti hanno deciso di compiere il nobile gesto d’amore: fegato e reni del 24enne potranno migliorare, se non salvare, la vita di altre persone.

Il complesso intervento, cominciato a mezzanotte e mezza, si è protratto per più di sette ore, concludendosi poco prima delle 8 del mattino. Oltre al personale dell’ospedale Cannizzaro, che ha gestito la procedura, sono intervenute le équipe del Policlinico di Catania per il prelievo dei reni, che saranno impiantati in Sicilia, e dell’Ismett di Palermo per il prelievo del fegato, destinato al Centro-Nord.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA