Disservizio

Gela, rubavano 40 litri di acqua al secondo: scoperti 5 allacci abusivi

acqua
8 ago 2016 - 07:05

GELA –  In un primo momento i gestori di alberghi, ristoranti e B&B, messi in ginocchio da giorni per la mancanza d’acqua, avevano pensato ad un guasto delle condotte idriche, ma invece si è trattato dei soliti “furbetti del contatore”: avevano creato cinque allacci abusivi alla condotta idrica Gela- Licata.

Il copione sembra sempre lo stesso. Non è la prima volta, infatti, che cose del genere accadono in Sicilia, ma di certo questo è uno dei casi più importanti visto che il prelievo illecito corrispondeva a 40 litri al secondo, sufficienti a garantire l’approvigionamento d’acqua ad un paese di oltre 20 mila abitanti.

I malviventi sono stati scoperti dal personale delle aziende Siciliaque e Caltaqua nella zona di Marina di Butera, sulla statale 115, tra le contrade di Desusino e Falconara.

L’allarme è scattato, appunto, alcuni giorni fa per le lamentele dei gestori di lidi, alberghi, B&B, dei villaggi-vacanze e dei proprietari di seconde case, che non ricevevano acqua o ne ricevevano in quantità minima.

Dopo avere appurato che non esistevano perdite, attraverso la parzializzazione della rete e un aumento di pressione, è stato possibile risalire alla causa reale del disservizio.

Polizia e carabinieri stanno indagando senza sosta per identificare gli abusivi che dovranno rispondere di furto e danneggiamento.

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA