Criminalità

Furti e rapine, omicidi e spaccio: le operazioni dei carabinieri di Catania

carabinieri
26 mar 2015 - 18:07

Ricercato dal febbraio scorso: catturato dai carabinieri

CATANIA – Ha ventiquattro anni e una fedina penale che testimonia un passato colmo di precedenti con la giustizia, Gaetano Marino, il giovane che questa mattina è stato arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del tribunale di Catania.

MARINO GAETANO

Il 12 febbraio scorso era evaso dai domiciliari a cui era stato precedentemente sottoposto e aveva fatto completamente perdere le sue tracce. 

A seguito di attività investigativa, ieri sera, gli uomini del nucleo operativo, hanno individuato il nascondiglio e fatto irruzione in un appartamento al piano terra di via Costarelli catturando il ricercato. Al momento l’arrestato è rinchiuso nel carcere di Catania a piazza Lanza.

Servizio straordinario di controllo del territorio: un arresto e 5 denunce

CATANIA – Un grande risultato conseguente al servizio di controllo straordinario sul territorio del centro etneo.

Stiamo parlando dell’arresto messo a segno dai carabinieri della compagnia di Catania Fontanarossa, coadiuvati dai colleghi della compagnia d’intervento operativo del battaglione “Puglia”, nei confronti del ventiquattrenne Giovanni Grimaldi che nel 2011 si era reso responsabile di un furto aggravato commesso a Trebisacce.

GRIMALDI Giovanni 14.8.90

Il giovane era già ai domiciliari, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Castrovillari e adesso dovrà scontare la pena di un mese e 28 giorni di reclusione nel carcere di Catania a piazza Lanza.

Inoltre 5 persone sono state denunciate per il reato di furto aggravato perché, grazie alla collaborazione dei tecnici dell’Enel I militari hanno accertato che gli accusati avevano allacciato i contatori privati alla rete elettrica pubblica. Durante il servizio, sono state inoltre controllati 68 persone, 32 mezzi ed effettuati numerosi controlli di persone sottoposte a misure restrittive alternative.

Nascondeva in casa droga di ogni tipo: in manette un insospettabile

GRAVINA - Hanno fatto irruzione nel suo appartamento, a Gravina di Catania, scovato e sequestrato, l’intero contenuto del suo armadio: 70 di dosi di marijuana, 40 di hashish e 5 di cocaina, un bilancino elettronico di precisione, vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga e 1.500 euro in banconote di piccolo taglio.

SONY DSC

Un vero e proprio “tesoretto” di droga custodito nella casa del quarantaquattrenne incensurato arrestato dai carabinieri della stazione di Nicolosi, collaborati dai cani antidroga e dai militari del battaglione “Sicilia”.

Si è trattato di un’articolata attività info investigativa culminata nell’incarcerazione del quarantaquattrenne nel carcere di piazza Lanza, come disposto dall’autorità giudiziaria.

Rinchiuso in carcere per omicidio

MASCALUCIA - Nicola Incorvaia,

INCORVAIA_NICOLA_02111985_3113_ITALIA

ventinovenne di origini gelesi, era già ai domiciliari nella comunità di Major a Mascalucia. I carabinieri del comando di Mascalucia lo hanno arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania. Il giovane dovrà scontare la pena residua di anni 14 anni di reclusione, per essere stato dichiarato colpevole dell’omicidio della moglie avvenuto nel maggio del 2010.

L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Catania piazza Lanza. 

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento