Inchiesta

“Fuorigioco”, evasione fiscale: Palermo e Catania nel libro nero

Giustizia
29 ott 2016 - 07:23

PALERMO - Ci sono anche le società sportive del Palermo e Catania calcio tra i 14 club deferiti dal procuratore federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio. A loro carico, l’accusa di evasione fiscale e false fatture.

A incastrarle sono state le indagini dell’operazione “Fuorigioco”, condotta dalla procura di Napoli e aperta lo scorso gennaio per colpire alcune società che avrebbero violato le regole del Codice di giustizia sportiva e del regolamento degli agenti dei calciatori. 

Oltre il Palermo e il Catania, sono state deferite altre 12 società: Inter, Juventus, Napoli, Chievo Verona, Genoa, Pescara, Cesena, Ternana, Vicenza, Livorno, Grosseto e Reggina. Insieme a loro, anche 64 giocatori, tutti militanti in queste squadre o che hanno vestito la maglia di una di queste.

La notifica da parte del procuratore federale arriva in un momento difficile per i rosanero, che dopo l’ultima sconfitta di campionato contro l’Udinese si trovano pienamente coinvolti nella lotta per non retrocedere nella massima serie.

Discorso molto simile anche per la squadra etnea, che fino a questo momento ha dimostrato di non riuscire a far valere il proprio potenziale disputando sin qui un campionato altalenante.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA