Beneficenza

Fund Raising Dinner: Federazione Italiana Cuochi e Cuochi Etnei per la ricerca contro la fibrosi cistica

foto-gruppo-fund-raising-dinner
30 set 2016 - 16:42

GIARRE - La Federazione Italiana Cuochi e l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei scendono ancora una volta in prima linea per la beneficenza.

L’appuntamento è per martedì 4 ottobre con la Fund Raising Dinner, la cena di beneficenza che, a partire dalle ore 19.30, si svolgerà nel centro eventi di Radice Pura a Giarre.

Si tratta della seconda edizione e servirà a finanziare la ricerca per la fibrosi cistica. Una manifestazione ideata dall’imprenditore etneo Claudio Miceli e da Liliana Modica, presidente provinciale della Lega Italiana Fibrosi Cistica, l’ente al quale sarà devoluto l’intero incasso della serata. 

Fund Raising Dinner coincide in questa seconda edizione con l’appuntamento annuale di Chic–Charming Italian Chef, giunto all’ottava edizione.

Anche quest’anno cercheremo di ripeterci“, dichiara il presidente di Apce e di Fic Promotion, Seby Sorbello, che aggiunge: “La nostra squadra sarà in prima linea per offrire tutto il gusto della gastronomia siciliana di qualità unito a tanta solidarietà”.

A guidare la squadra dei Cuochi Etnei, accanto al presidente Seby Sorbello, sarà il segretario dell’Associazione, Vincenzo Mannino, mentre un ruolo rilevante avranno docenti e alunni degli Istituti alberghieri “Giovanni Falcone” di Giarre, “Karol Wojtyla” di Catania, “Salvatore Pugliatti” di Taormina, “Enrico Medi” di Randazzo.

La gara di solidarietà vedrà la partecipazione di 35 chef che gratuitamente si sfideranno ai fornelli nei cooking show. Tra loro, solo per citarne alcuni, ci saranno: Pietro D’Agostino, chef patron de “La Capinera” di Taormina (Me); Seby Sorbello, chef patron di “Sabir Gourmanderie” del Parco dei Principi Resort di Zafferana Etnea (Ct); Massimo Mantarro, del San Domenico Palace di Taormina; Elia Russo, di Villa Neri a Linguaglossa (Ct); Ninni Radicini, di Cantina Gulfi di Chiaramonte Gulfi (Rg).

Alla serata, presentata da Ruggero Sardo, interverrà l’attore Gino Astorina.

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA