Aeroporto

Fulmine a ciel sereno su Fontanarossa: si indaga sulla nomina dei vertici

Aeroporto Fontanarossa
27 ago 2016 - 16:51

CATANIA - Un fulmine a ciel sereno, o forse no, colpisce l’aeroporto Fontanarossa di Catania con un comunicato breve ma significativo: “Alla presenza dell’intero collegio sindacale, ha deciso all’unanimità l’integrazione della documentazione ad oggi prodotta dai componenti del Cda. E ai sensi dell’art. 3, comma 3, il collegio sindacale procederà all’accertamento dei curricula integrati”.

Questo sta a significare che tutti i consiglieri Sac, comprese l’ad Ornella Laneri e la presidente Daniela Baglieri, dovranno presentare nuovamente tutti i curricula spediti a suo tempo.

Ma torniamo un po’ indietro: qualche giorno fa, gli agenti della sezione reati contro la Pubblica Amministrazione della Squadra Mobile si sono presentati all’aeroporto per ottenere le documentazioni attinenti alla nomina del nuovo duo rosa ai vertici di Fontanarossa, ma al momento si tratterebbe di un inizio d’indagine che come obiettivo ha quello di accertare la legittimità delle nomine dello scorso 26 luglio.

Quando l’assemblea dei soci nominò la Laneri è passata sopra alla mancanza di una laurea, requisito quasi essenziale, spinta in particolare dal presidente della Regione Rosario Crocetta che ha sottolineato più volte le qualità manageriali della donna che la mancanza della laurea. I consiglieri hanno preferito prendere così una pausa di riflessione lasciando tutti con il fiato sospeso sul futuro della gestione dell’aeroporto Fontanarossa, specialmente in un periodo in cui il turismo estivo non è ancora terminato.

Il primo ad averlo previsto, dubitando sulla candidatura della Laneri, è stato Piero Agen, presidente di Confcommercio Sicilia: secondo lui è tutta opera del governo regionale che intende giostrare i consiglieri Sac a proprio piacimento in modo da ottenerne il controllo fino al 2018 e, tra l’altro, Agen crede fermamente che è impossibile mettere dentro un sistema così importante delle persone senza controllarne i requisiti.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA