Truffa

Assegni smarriti e rubati ai fornitori: arrestato pregiudicato di Milazzo

Guardia-di-Finanza
12 apr 2016 - 11:37

MILAZZO - Truffa, ricettazione, emissione di assegni smarriti, rubati e in bianco.

Il menù del giorno è davvero ricco e i prezzi sono quantomai concorrenziali.

Concorrenziali come quelli che Angelo Arcoraci, pluripregiudicato 31enne di Barcellona Pozzo di Gotto, si era discrezionalmente riservato per l’approvvigionamento di materiale edile “acquistati” da diverse ditte del messinese.

L’abile truffatore, infatti – che si era spacciato per il titolare di un’azienda poi risultata inesistente – non ha speso un centesimo attingendo a carnet di assegni smarriti o rubati.

Tutto fin troppo facile.

Le fiamme gialle della compagnia di Milazzo, dopo una serie di pedinamenti e appostamenti, hanno messo la parola “fine” alla vicenda, dando esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal tribunale del Riesame di Messina.

La richiesta della misura personale era stata inoltrata dalla procura barcellonese e poi rigettata dal Gip del Tribunale della stessa città; successivamente il Riesame di Messina aveva accolto l’appello proposto dal procuratore Emanuele Crescenti.

Pochi giorni fa la Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai legali dell’uomo, al quale l’ordinanza esecutiva è stata notificata in carcere, dove si trova attualmente ristretto per altra causa.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA